Si consiglia il consumo di pasti piccoli e frequenti, verificando la tollerabilità individuale.
La dieta sarà particolarmente sobria e povera di alimenti grassi, specie se cotti, perché più difficili da digerire. Sono da evitare: formaggi, salumi, fritture, uova, burro, grassi animali (come lardo e strutto) e vegetali (come la margarina), le carni affumicate, le carni grasse e la frutta secca.
La dieta in presenza di diarrea associata a colecistectomia sarà povera di alimenti irritanti come: caffè, cioccolato, spezie ed alcolici.
Andranno moderati anche i latticini e gli alimenti che aumentano i gas intestinali (come i frullati e le bevande gassate).
Andrà incentivato il consumo di fibre, banane, cereali secchi (come biscotti e crackers), riso, pasta e pane tostato.

Integratori

In caso di difficoltà digestive il paziente può affiancare alla dieta integratori alimentari utili a depurare e stimolare il fegato, anche in termini di secrezione biliare, come: carciofo, boldo, cardo mariano e silimarina.